Na temelju preporuke Ministarstva turizma od 17.03.2020. godine zatvara se ured Turističke zajednice Grada Drniša do daljnjega. Za sve upite, zainteresirani se mogu javiti na e-mail: info@tz-drnis.hr ili na broj mobitela: + 385 95 968 0420.

Per gli amanti della natura e dell'avventura, Dernis e la sua regione sono ideali per scoprire un ambiente dalle molteplici ricchezze. A poca distanza troverete il Parco Nazionale di Krka, ufficializzato dal 1985. Si estende lungo il corso superiore e centrale del fiume Krka e lungo il corso inferiore del fiume Čikola. Gran parte della regione di Dernis confina con il Parco Nazionale di Krka.
Lì vi attendono numerose e impressionanti cascate, tra cui le più conosciute sono quelle di Skradinski buk e Roški slap; imperdibile anche l'isolotto di Visovac. Durante tutto l'anno, potrete visitare e conoscere mulini, piante e specie animali endemiche e numerosi monumenti storici (fortificazioni di Ključica, Kamičak, Nečven e Bogočin-grad ecc.)

Se utilizziate le imbarcazioni turistiche in partenza dalla cascata Skradinski buk o se vi muoviate in auto, non potete perdervi una delle principali attrazioni della regione di Dernis, la cascata di Roški slap. A differenza di Skradinski buk, quest'ultima è molto meno visitata dai turisti, anche se offre un'autentica esperienza a contatto con la natura e con le sue bellezze. Passeggiando lungo i ponticelli di legno, potrete ammirare numerosi mulini, alcuni dei quali ancora funzionanti, per permettere agli abitanti locali di macinare il grano e preparare il pane cotto sotto la campana, una leccornìa cui pochi riescono a resistere. I mulini portano i nomi dei rispettivi proprietari. Nei pressi di Roški slap, circondata da una natura intatta, troverete una centrale idroelettrica del 1899. Le prime strutture ricettive sono state realizzate da Đovanin Skelin nel 1908 che, oltre a un albergo, offriva gite in barca lungo il fiume Krka. È importante ricordare che, proprio questo hotel, è stato uno dei primi stabilimenti turistici in Dalmazia e uno dei primi a ricevere la corrente elettrica.

Visovac vanta una superficie di circa 14.000 m2 ed è nota anche come Bila stina (Lapis Albus, ossia Roccia bianca). È un particolare isolotto del fiume di Krka sul quale, dal 1445, è situato un monastero francescano. Nonostante la storia tumultuosa di questa zona, i Francescani sono sempre riusciti a proteggere questo luogo di pace, preghiera, spiritualità e fede. Oltre al monastero francescano dedicato a Maria delle Grazie, che ospita una preziosa collezione archeologica, una raccolta di antichi paramenti e vasellame, e una biblioteca di valore, sull'isola è presente anche la Chiesa di Santa Maria di Visovac. La gente del posto la chiama spesso ”isola della Madonna”, mentre i pellegrini si raccolgono qui per celebrare le due feste più importanti di Visovac: il 2 agosto, dedicato a Santa Maria degli Angeli, e il 15 agosto, per l’Assunzione della Vergine.

L’isolotto può essere raggiunto in due modi: con le imbarcazioni turistiche del Parco Nazionale di Krka oppure previo accordo con i Francescani di Visovac chi, per tradizione, raggiungono la riva con le loro barche (sotto il villaggio Brištane di Miljevac) a raccogliere i visitatori.

www.npkrka.hr